Linfoma follicolare - Caratteristico aspetto di un linfonodo con numerosi follicoli - Creditis https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Follicular_lymphoma,_H%26E_1.jpg

21/04/2021

Linfoma follicolare - La terapia moderna della malattia a basso volume

(Ultimo aggiornamento: 22/04/2021)

Autore: Vincenzo Cordiano

I pazienti asintomatici possono essere seguiti in ambulatorio ogni tre mesi per il primo anno e poi ogni tre-sei mesi negli anni successivi fino al momento della diagnosi di progressione clinica. Nei pazienti asintomatici, se il linfoma follicolare è stabile, 4 dosi settimanali di rituximab senza mantenimento sono una valida alternativa al periodo di iniziale osservazione. Le opzioni terapeutiche per i pazienti affetti da linfoma follicolare in stadio avanzato si sono progressivamente arricchite nelle ultime decadi, dimostrando un’efficacia sostanzialmente simile, se si considerano le percentuali di sopravvivenza a lungo termine, che è probabilmente l’endpoint più importante, soprattutto dal punto di vista del paziente, fra i tanti proposti. La somministrazione precoce non sembra apportare un beneficio in termini di aumento della sopravvivenza per i pazienti trattati immediatamente con rituximab. Tuttavia, il rituximab può essere utile in pazienti selezionati, per esempio in quelli particolarmente ansiosi o che non riescono a convivere con i segni della malattia.

Le informazioni contenute nel sito www.alcmeone.it non devono essere utilizzate per la diagnosi di malattie e patologie umane, tantomeno per la loro cura. Lo staff editoriale del sito www.alcmeone.it è continuamente impegnato nel controllo delle informazioni fornite negli articoli pubblicati e, in particolare, che siano corrette ed aggiornate le informazioni ed i dati relativi alla terapia delle malattie umane. La medicina non è però una scienza esatta ed è in continua evoluzione. Pertanto le informazioni anche recenti possono essere smentite o contraddette dai risultati di nuovi studi o da più recenti acquisizioni tecnologiche.

Le informazioni fornite dal sito www.alcmeone.it hanno soltanto finalità divulgative e non devono essere utilizzate quindi per la diagnosi e la cura delle patologie umane. Gli autori degli articoli ed i curatori del sito sopra ricordato declinano pertanto ogni responsabilità derivante dall’inappropriato utilizzo delle informazioni contenute in qualsiasi sezione del sito stesso. Le affermazioni, le opinioni, le raccomandazioni e ogni contenuto delle monografie sono responsasbilità dei singoli autori e non del curatore del sito www.alcmeone.it