Quadro istologico in un caso di miocardite virale esordito come scompenso cardiaco acuto - da Wikipedia

13/12/2020

COVID-19 e danno miocardico o miocardite

(Ultimo aggiornamento: 14/12/2020)

Autore: Vincenzo Cordiano

Le complicanze cardiovascolari descritte nei pazienti con COVID-19 comprendono miocardiopatia/miocardite, aritmie, sindromi coronariche acute (SCA), scompenso cardiaco, tromboembolismo venoso e arterioso, a volte in pazienti senza sintomi e segni a carico dell’apparato respiratorio. Nei bambini è stata ipotizzata una correlazione fra infezione da SARS-CoV 2 e una condizione molto simile alla malattia di Kawasaki. Il termine di “danno miocardico” viene usato per indicare la morte dei cardiomiociti, indipendentemente dalla causa che l’ha determinata. Il danno miocardico nei pazienti con COVID-19 può essere dovuto a varie cause e meccanismi. Fra le ipoesi più accreditate è che il danno miocardico sia la conseguenza di un’ esagerata risposta infiammatoria acuta sistemica (tempesta citochinica) che provoca danni a vari organi, cuore compreso. Fra le varie complicanze cardiache è dubbio che esista una miocardite “vera” conseguente lala diretta localizzazione del virus nei cardiomiociti o nei periciti. Indipendentemente dal meccanismo, le complicanze cardiache sono associate ad una prognosi peggiore nei pazienti COVID-19 con aumento della mortalità, dlla durata del ricovero ospedaliero e del tasso di ricoveri in rianimazione. La diagnosi e la terapia standard nei pazienti con cardiopatie, per esempio con sindromi coronariche acute, non sempre sono disponibili durante la pandemia da SARS-CoV 2 per molteplici ragioni che sono discusse in dettaglio nel presente articolo. Sommario 1 Introduzione 2 Patogenesi del danno miocardico acuto nella covid-19 2.1.1 Tempesta citochinica e danno miocardico acuto 2.1.2 ACE, ACE 2 e ACE-INIBITORI 3 Prevalenza del danno miocardico acuto 4 Miocardite 5 Presentazione clinica 6 Diagnosi di danno miocardico acuto 7 Cenni di terapia

Le informazioni contenute nel sito www.alcmeone.it non devono essere utilizzate per la diagnosi di malattie e patologie umane, tantomeno per la loro cura. Lo staff editoriale del sito www.alcmeone.it è continuamente impegnato nel controllo delle informazioni fornite negli articoli pubblicati e, in particolare, che siano corrette ed aggiornate le informazioni ed i dati relativi alla terapia delle malattie umane. La medicina non è però una scienza esatta ed è in continua evoluzione. Pertanto le informazioni anche recenti possono essere smentite o contraddette dai risultati di nuovi studi o da più recenti acquisizioni tecnologiche.

Le informazioni fornite dal sito www.alcmeone.it hanno soltanto finalità divulgative e non devono essere utilizzate quindi per la diagnosi e la cura delle patologie umane. Gli autori degli articoli ed i curatori del sito sopra ricordato declinano pertanto ogni responsabilità derivante dall’inappropriato utilizzo delle informazioni contenute in qualsiasi sezione del sito stesso. Le affermazioni, le opinioni, le raccomandazioni e ogni contenuto delle monografie sono responsasbilità dei singoli autori e non del curatore del sito www.alcmeone.it